Assisi e la sua “magia”

panoramaOgni volta che vado ad Assisi le emozioni che mi assalgono sono infinite.

E’ un posto mistico, anche per chi non è credente e la sua “magia” si respira in ogni angolo.

La prima volta andai con i miei genitori per una gita fuori porta, da piccola, e ricordo ancora mia madre che rimase incantata da questo luogo.

Perché Assisi è sicuramente una delle mete di pellegrinaggio più battute, ma è anche un posto dove per un attimo il mondo sembra fermarsi.

E’ questo che per me la rende così speciale: c’è una calma quasi surreale, come se qui tutto trattenesse il respiro per farti assaporare davvero la vita e le emozioni che ti travolgono.

Ovviamente la Basilica di San Francesco è meravigliosa, ma anche le viuzze, i piccoli terrazzini, il panorama ti fanno amare ogni piccolo scorcio di questo bellissimo paese arroccato sulle colline umbre.

Sono tornata da adulta ad Assisi con il mio compagno, per il mio 40° compleanno e anche lui, apertamente ateo, è rimasto colpito dalla bellezza di questo posto.

La calma, il silenzio e la compostezza di chi lo visita è tangibile e sembra quasi di vederlo, San Francesco, che costruisce pietra su pietra la sua chiesa.

L’ultima volta sono stata qui grazie a Rita Emili, amica e collega di mia sorella Margherita: insieme alle mie due colleghe Ylenia e Nicoletta dovevamo partecipare al concorso indetto dalla Rai a Bastia Umbra e Rita ci ha voluto fare uno splendido regalo, facendoci soggiornare dalla sera prima in un bellissimo agriturismo (Carfagna Country House) proprio sotto la Basilica di San Francesco.

Qui, immerse nella natura, abbiamo trascorso una serata magnifica.

Una toccata e fuga, ma come al solito Assisi vale sempre e comunque la pena!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *