Hamburger di Ceci

Hamburger di ceci!

Hamburger di ceci!

I ceci sono uno dei miei legumi preferiti perché il loro sapore mi sembra che si sposi bene un po’ con tutto.

Quella che vi propongo oggi non è una ricetta vegana, ma è una ricetta molto saporita e facile che è una buona alternativa ai secondi di carne. Se volete renderla vegana, però, basta togliere l’uovo e aggiungere un cucchiaio abbondante di farina di ceci per far amalgamare il tutto.

Io la faccio spesso perché è l’unico modo per far mangiare questo legume a mio marito. Eh già, perché con i mariti, ogni tanto, vanno usati piccoli trucchetti come con i bambini 😉

Dunque ecco la mia verisone degli HAMBURGER DI CECI.

INGREDIENTI per 4 hamburger medi

CECI lessati – 250/300 gr (scolati)

senape – 1 cucch.no

zenzero fresco – 1 radice non troppo grande (altrimenti usatene 1/2)

prezzemolo – qualche fogliolina

scalogno – 1

pan carrè integrale (ma va bene anche bianco) – 2 fette

uovo – 1

sale e olio q.b.

pangrattato (per la panatura) – q.b.

Innanzitutto di solito io faccio tutto ad occhio, quindi qui ho cercato di riproporre le dosi che più o meno uso io. Il consiglio è sempre di assaggiare alla fine prima di cuocere.

Mettere nel mixer i ceci già lessati, sciacquati un po’ sotto acqua corrente e scolati, la senape, lo zenzero sbucciato e tagliato a fettine grossolane, il prezzemolo, lo scalogno tagliato a pezzi, l’uovo, il pancarrè spezzato con le mani, un pizzico deciso di sale (non esagerate, potrete sempre assaggiare dopo e regolare di sale dato che i ceci sono già un po’ salati e la senape dà comunque un tocco sapido al tutto), un filo d’olio.

Se volete lessare voi stessi i ceci ancora meglio, ricordatevi di pesarli però una volta cotti però, perché il peso dei legumi secchi è nettamente differente dopo la cottura.

Triturate il tutto per 2-3 minuti, o almeno finché vi verrà una crema abbastanza densa.

Qualora fosse troppo liquida, potete sempre aggiungere del pan grattato all’impasto o, ancora meglio, della farina di ceci per esaltare ancora di più il sapore del legume.

A questo punto preparate un piatto, ponetevi un foglio di carta forno e mettetevi sopra del pangrattato.

Con 2 cucchiai del composto potete fare una palla che poi schiaccerete sopra il pan grattato o tra le mani dandogli la forma di hamburger. Il composto vi si appiccicherà alle mani, quindi, se volete, cospargete anche queste di pan grattato.

La quantità di impasto per fare un hamburger dipende ovviamente da quanto lo volete fare grande.

In alternativa, una volta schiacciata la palla nel pangrattato, datele la forma con un coppapasta, oppure usate un pressa-hamburger (lo troverete a poco meno di 5 euro anche al supermercato), con l’accortezza di mettere un foglietto di cartaforno o carta stagnola nella pressa prima di mettervi l’impasto, altrimenti vi sarà impossibile togliere l’hamburger. Io metto del pangrattato direttamente sulla carta da forno.

Insomma, alla fine, comunque facciate, l’hamburger dovrà risultare impanato.

Hamburger impanato

Hamburger impanato

Se volete potete usare anche del pane grattugiato integrale che fa meno male.

A questo punto potete cuocere direttamente i vostri hamburger al forno o in una padella antiaderente con un filino d’olio fino a doratura e girandoli un paio di volte con molta attenzione perché tendono a spaccarsi facilmente.

Oppure potete conservarli in frigorifero per qualche ora in modo che l’impasto si rapprenda un pochino e sia più facile anche cuocerli.

Potete servirli con insalata e salsine varie, oppure preparare il classico panino hamburger.

Sono buonissimi e il sapore leggermente acre della senape con il piccantino dello zenzero si sposano a meraviglia.

Cuocere in padella antiaderente

Cuocere in padella antiaderente

CONSIGLI e varianti:

All’impasto potete aggiungere una carota o una zucchina soprattutto d’estate quando il sapore fa davvero la differenza.

Se vi piace, inoltre potete provare ad aggiungere anche un cucchiaio di parmigiano. Io li faccio sempre senza però, perché mi sembra che ne cambi troppo il sapore.

Buon appetito

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *