Pane frattau

Pane frattau

Pane frattau

Non ricordo più nemmeno quante volte, dopo averlo assaggiato, le mie amiche mi hanno chiesto “Franca dammi la ricetta del Pane frattau”, il cui nome spesso dalla mia amica e collega Ylenia è stato modificato in “Pane curasao”…non chiedetemi perché!!!

Si tratta di un piatto tipico sardo, che mi è stato insegnato da mia madre, fatto con con il pane carasau (forse per questo è uscito fuori curasao???) che si trova ormai in tutti i supermercati d’Italia.

E’ in realtà un piatto molto semplice, anche se ci vuole un po’ di pazienza e bisogna prenderci la mano, soprattutto le prime volte, ma vi assicuro che dopo qualche prova vi riuscirà benissimo!

E allora ecco come si prepara.

RICETTA

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 1 confezione di Pane carasau da 500 gr (vi avanzerà)
  • 1 litro di brodo vegetale
  • sugo di pomodoro
  • burro
  • parmigiano

Iniziate con il preparare il sugo di pomodoro classico (con polpa o passata come preferite) e il brodo vegetale che deve restare caldo (tenete la fiamma bassa in modo che il calore rimanga costante, senza bollire).

Una volta pronti questi due ingredienti, spezzate in parti i fogli di pane carasau, facendo attenzione a non farli troppo piccoli. Immergeteli uno alla volta nel brodo caldo e trascorsi 1 o 2 minuti scolateli con una schiumarola e posizionateli su un largo piatto fondo o una teglia.

Dovrete formare un primo strato come per fare le lasagne.

Terminato il primo strato ricopritelo con il sugo di pomodoro (non troppo abbondante) e sopra mettete una manciata di parmigiano grattugiato.

Mettete poi qualche fiocchetto di burro.

Proseguite con gli strati fino all’esaurimento del sugo di pomodoro e completate con il parmigiano che dovrà ricoprire la superficie.

A questo punto il piatto è pronto: potete mangiarlo tiepido, ma è buonissimo anche freddo il giorno dopo.

La mia mamma metteva anche un uovo in camicia sulla porzione per mio padre, ma questa è una scelta.

Si tratta di un piatto unico, anche perché molto sostanzioso nonostante gli ingredienti siano “poveri”.

Se avete dei dubbi chiedete pure, lasciando un commento qui sotto!


2 thoughts on “Pane frattau

  1. Ylenia

    Grazie per la ricetta Franchina ma come ben sai per me esiste un unico Pane Curasao ed è quello preparato da te…quindi, viste anche le mie scarse doti culinarie, quando vuoi, io ci sono sempre per mangiare il tuo 😀

    Il nome…sinceramente non ricordo da dove mi sia uscito…probabilmente hai ragione, una storpiatura di frattau che non mi entrava in testa…ma ormai ci sono affezionata 🙂

    In ogni caso…potrei davvero mangiarne all’infinito!!!

    Reply
    • Franca Post author

      E io ovviamente te lo preparo con grande piacere Yle 🙂 Comunque la “storpiatura” è ormai entrata nel lessico di casa: Claudio lo chiama così 😀 😀 😀

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *