Pasta modellabile al bicarbonato

pasta modellabile al bicarbonato

pasta modellabile al bicarbonato

Dopo la pasta modellabile fatta in casa che con i miei figli e nipoti (e anche con mia madre che l’ha subito voluta rifare) ha avuto un gran successo, ho voluto provare anche la pasta al bicarbonato.
Per prima cosa per curiosità e poi perché in effetti dovevo trovare un modo di fare 2 colori che non sono riuscita a riprodurre con la pasta modellabile propostavi la scorsa volta: un giallo bello vivace e un bianco puro che tanto mi piaceva.

Per comodità chiamerò didò o pasta modellabile quello di cui vi ho parlato nel mio post di 2 settimane fa, mentre questa la chiamerò sempre pasta al bicarbonato.

Il risultato è sempre una pasta modellabile comoda, veloce da fare e piacevolmente morbida con cui i bambini possono sbizzarrirsi, e con cui si possono creare piccoli oggetti sfiziosi di cui vi parlerò magari in un altro post.

Gli ingredienti sono ovviamente diversi e sono soltanto 2 (acqua a parte), spesso li abbiamo già in dispensa o comunque sono facilmente reperibili.
La cosa che forse mi è piaciuta di più rispetto al didò fatto in casa di cui vi ho parlato, è che non avendo olio nell’impasto, tende a rimanere più stabile (se inutilizzato per troppo tempo, il didò fatto in casa “perde” un po’ dell’olio dell’impasto) ed è quindi un po’ meno appiccicoso.

Inoltre, la pasta al bicarbonato si secca più velocemente, cosa che può risultare problematica se i vostri figli la lasciano fuori all’aria, ma che può anche spingervi ad usare tutta la vostra fantasia per creare piccoli oggetti di cui scriverò a breve, penso.

INGREDIENTI:
2 bicchieri di Bicarbonato
1 bicchiere di Maizena
1 ½ bicchiere di Acqua

Considerate che con queste dosi, la palla che verrà è piuttosto grandicella, quindi potete anche dimezzare le dosi.

La preparazione è molto simile a quella della pasta di didò. Mescolate bene prima il bicarbonato e la maizena e poi aggiungete l’acqua.
Prima di cuocerla, se volete, potete aggiungere anche dei coloranti alimentari. I colori verranno un po’ più tenui alla fine, quindi consideratelo, soprattutto se volete fare il colore giallo o il rosso che tenderà necessariamente al rosa.

L’impasto verrà piuttosto liquido. A questo punto mettete tutto in un pentolino e cuocete mescolando continuamente finché non si addensa al punto da staccarsi sia dal pentolino che dal cucchiaio in legno.

Quando è cotto si staccherà dal pentolino

Quando è cotto si staccherà dal pentolino

 

Ora potete lasciarlo raffreddare in un piatto o su di un piano, avendo cura di maneggiarlo di tanto in tanto perché questa pasta al bicarbonato tende a seccarsi facilmente, come dicevo prima.
Quando sarà completamente freddo (mi raccomando, non prima), potrete riporlo in una bustina di plastica dove si conserverà esattamente come il didò.

Pupazzo di neve

Pupazzo di neve

A chi ha già provato la pasta modellabile dell’altro mio post, suggerisco di provare anche questa. Secondo me è anche meglio.

La consistenza è molto morbida, sembra quasi un antistress. Il colore è meraviglioso e mi dispiace che le foto non rendano appieno: è di un bianco candido che sotto la luce rivela dei riflessi perlacei davvero affascinanti.

pasta al bicarbonato durante il raffreddamento

pasta al bicarbonato durante il raffreddamento

I miei figli hanno voluto subito fare un pupazzo di neve, io invece mi sono cimentata in un di quelle piccole cose di cui vi parlerò presto.

Buon divertimento e ditemi se non ho ragione a dire che piace anche alle mamme.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *